Gabriele D’ANNUNZIO – Canto novo; Intermezzo di rime – 1909

15.00

Descrizione

Gabriele D’ANNUNZIO – Canto novo ; Intermezzo di rime ; Primo vere ; Terra vergine ; Il libro delle vergini / Gabriele d’Annunzio – 1909. Sesto S. Giovanni : Casa Editrice Madella; Brossura editoriale con evidenti e varie tracce d’uso; cm. 19,4 x 13; 1 volume; 440 complessive; prime pagine staccate, legatura lievemente sciolta e con tracce d’uso, nel complesso men che buon esemplare; . Gli esordi di D’Annunzio (Pescara 1863 – Gardone Riviera 1938) sono con con due raccolte addirittura passate in proverbio: Primo vere (1879), per la straordinaria precocità, e Canto novo (1882), per l’invenzione di una inconfondibile cifra personale, pur a ridosso e quasi come approfondimento delle originarie suggestioni carducciane. Con Intermezzo di rime (1883) D’A. apre il gioco che da cronista mondano avrebbe condotto a perfezione nel quinquennio successivo: una scherzosa divinizzazione del bel mondo romano e di un rituale trasparentemente erotico, cui la poesia fosse in grado di restituire serietà, se non esplicitezza, ricavandone dal canto suo la conferma di una funzione sociale e del relativo consenso. Terra vergine è il suo primo libro in prosa, uscito nel 1882, contemporaneamente a Canto novo, e comprende nove bozzetti, alcuni brevissimi. Il Libro delle vergini è il suo secondo libro in prosa ed è formato di 4 novelle che, nel senso della fluidità narrativa, portano a maturazione il processo già in atto nel passaggio dai primi nove bozzetti di Terra vergine a quelli aggiunti nell’edizione del 1884.