In offerta!

PRADT DUFOUR Dominiqu – Mémoires historiques sur la révolution d’Espagne – 1816

Categoria:

63.75

Descrizione

PRADT DUFOUR Dominique Frédéric, baron de – Mémoires historiques sur la révolution d’Espagne; par l’auteur du Congrès de Vienne, etc., (M. de Pradt, ancien archevêque de Malines.) Seconde édition – 1816. A Paris : chez Rosa, libraire, au Cabinet littéraire, grande cour du Palais-Royal, et rue Montesquieu, n°. 7; et chez Mme. Ve. Perronneau, imprimeur-libraire, quai des Augustins, n°. 39. ([Parigi: d imprimeries de Mme. Ve. Perronneau, et Adrien Egr; Cartone marmorizzato con pelle agli angoli e al dorso, su cui insistono fregi e titolo inquadrato, tutti dorati. Segnalibro in tessuto e varie tracce d’uso e del tempo; cm. 20,3 x 13; 1 volume; 430 complessive; Buono, con lievi fioriture e bruniture; Il nome completo dell’autore è Dominique-Georges-Frédéric de Riom de Prolhiac de Fourt, baron de Pradt; nato ad Allanche-in Auvergne, morto a Paris nel 1837, è stato un diplomatico ed uno storico delle Relazioni internazionali. In questo suo lavoro esamina le questioni relative ad un nuovo assetto costituzionale francese, sfruttando tutte le sue conoscenze pratiche e dottrinali.. Il nome completo dell’autore è Dominique-Georges-Frédéric de Riom de Prolhiac de Fourt, baron de Pradt; nato ad Allanche-in Auvergne, morto a Paris nel 1837, è stato un diplomatico ed uno storico delle Relazioni internazionali. Rappresentante del clero negli Stati Generali del 1789, si oppose al movimento rivoluzionario; emigrò ad Amburgo e, rientrato in Francia, conobbe il Primo Console che lo nominò suo primo elemosiniere e, in seguito, lo colmò di favori. Agli inizi dell’Ottocento la Spagna venne invasa dalle truppe napoleoniche. Questo evento portò ad una vittoriosa ma devastante guerra d’indipendenza che indebolì fortemente la Spagna e creò le premesse per l’emancipazione delle colonie americane. Nel 1808 P. accompagnò Napoleone a Bayonne e fu incaricato di delicate trattative con i ministri spagnoli. Il risultato ultimo di questi incontri, privando un ramo dei Borbone del trono di Spagna dovette (scrisse non senza ironia un biografo), affliggere profondamente un uomo così devoto a questa illustre casa. Napoleone intanto, soddisfatto dei suoi servizi, gli concesse una gratifica di 50000 franchi e, da vescovo di Poitiers, lo nominò, nel 1809, arcivescovo di Malines.