In offerta!

SPERONI Sperone – Dialogo delle lingue e dialogo della rettorica – 1912

25.50

Descrizione

SPERONI Sperone – Dialogo delle lingue e dialogo della rettorica Con introduzione di Giuseppe De Robertis – 1912. Lanciano : R. Carabba; Brossura editoriale, con fioriture e tracce d’uso; cm. 19,2 x 12,7; 1 volume; 144 complessive; Buono con bruniture e fioriture; Volume intonso; bruniture e fioriture; timbro di possesso al risguardo; 140pp, 1pnn, 3ppbb.. Speròni è un letterato e giurista (Padova 1500 – ivi 1588). Allievo di P. Pomponazzi, ricoprì a Padova importanti uffici e vi tenne la cattedra di logica (1520-23) e di filosofia (1525-28). Famoso in patria e fuori come grande erudito, filosofo e oratore, godé per circa un quarantennio di grandissima autorità nel mondo delle lettere. Membro dell’Accademia degli Infiammati, ne divenne principe nel semestre 1541-42, imponendo in essa l’uso del solo volgare. Nel 1542 pubblicò i Dialogi, che comprendono, accanto ai dialoghi Della retorica, Della cura familiare, Della dignità delle donne, Dell’amore (in cui campeggia la figura di Tullia d’Aragona), l’importante Dialogo delle lingue, che s’inserisce nella discussione sull’uso del volgare.