Sfoglia tutti i libri del catalogo

Sale

(Anonimo) – Istoria de Fiumi di Ferrara – Seconda metà ‘700

400.00 340.00

1 disponibili

Aggiungi ai Preferiti
Aggiungi ai Preferiti

COD: libro56194 Categorie: ,

Descrizione

(Anonimo) – Istoria de Fiumi di Ferrara. (“Succinta relazione storica della variazione succeduta nel corso dei fiumi di Ferrara e di Bologna dall’anno 1172 sino allo stato presente per quello che s’appartiene alla controversia del Reno” / “Compendiosa Narrazione Relazione Istorica sopra la variazione succeduta nel corso de’ Fiumi del Ferrarese, e Bolognese e sopra lo stato delle Valli poste alla Destra del Po di Primaro dalla metà del secolo duodecimo sino al presente per quello che s’appartiene alla controversia del Reno”) – Seconda metà ‘700. Fascioli slegati; 4°, cm 30,5; cc. (6) + (51), pagine totali (114); foglio esterno che racchiude l’opera stanco e con mancanze in corrispondenza della piega, interni buoni con lievissimi aloni e macchie, senza perdita di testo. Trattasi di una trascrizione della seconda metà del Settecento, fondamentalmente divisa in due parti: la prima (“Succinta relazione…”) si articola in un ristretto elenco cronologico suddiviso per anno in 4 carte (le ultime due bianche); la seconda (“Compendiosa Narrazione Relazione…”), articolata in 51 carte (probabilmente, da analisi della cronologia e dell’indice, risulta mancante la carta precedente quella finale della trattazione), consta della narrazione storica e naturalistica dell’evolversi dei percorsi fluviali delle attuali provincie ferrarese, bolognese e modenese, compilata solo sulla metà destra verticale delle pagine (eccezion fatta per le note, redatte per esteso). La pagina che funge da copertina – oltre a riportare antiche note di collocazione di archivio – evidenzia una nota a matita di epoca moderna che suggerisce il manoscritto essere una trascrizione di un’opera di Domenico Vandelli, naturalista e cartografo modenese, attivo anche nel Ferrarese, esperto nella storia e nello studio geografico dei fiumi. La cronologia riportata nel testo, che arriva fino all’anno 1738, nonché lo stile della trattazione fanno propendere per questa attribuzione. Tuttavia le bibliografie non riportano sfortunatamente traccia alcuno di questo lavoro, difficile dunque poterne stabilire una paternità verosimile

(+39) 329 4347268 info@belriguardo.it
Iscriviti alla Newsletter

Spedizioni gratuite
per ordini superiori ad € 100
×